La PS3 nei “guai”

La celebre azienda Sony è stata condannata dall’Agcom a pagare una multa di 48.600 euro, “bazzeccole” per la ricca Sony, motivo: aver diffuso messaggi pubblicitari ingannevoli riguardo alla retrocompatibilità della Playstation 3, ossia è stata accusata di non aver comunicato con sufficiente chiarezza la limitazione presente nella sua console di non garantire la compatibilità dei videogame prodotti della ormai superata PS2 sulla ancora infante PS3.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *