Nel 2010 arriverà Windows 7

Microsoft Windows 7, il nome in codice di una futura versione di Microsoft Windows, in arrivo previsto probabilmente per il 2010, come Vista, l’edizione workstation Windows 7 sarà disponibile nelle versioni a 32 bit e 64 bit.

Windows 7 molto probabilmente sarà largamente sviluppato con tecnologia Microsoft.NET. Come comunicato nel 1999 sarà abbandonata la classica “shell” con il menu “Start” in favore di una nuova soluzione tanto più agevole quanto innovativa. Microsoft ha allo studio da quasi dieci anni ormai un’interfaccia interamente Tridimensionale, ma al momento non è ancora dato sapere se questi studi possano finalmente trovare uno sbocco commerciale in Windows 7.

Alcune voci ritengono che possa venir introdotto il WinFs (un layer relazionale che poggia sopra a NTFS), già previsto per Windows Vista, ma poi abbandonato per problemi di sviluppo.

La caratteristica veramente innovativa di Windows 7, si pensa sarà la completa riscrittura dell’intero codice. Grazie a Windows 7 l’intero approccio del sistema operativo nei confronti delle applicazioni dovrebbe cambiare radicalmente basandosi interamente sugli hypervisor e quindi sfruttando a pieno le tecnologie di virtualizzazione, il nuovo kernel, detto MinWin in grado di avviare il sistema utilizzando solo 25 MB di spazio disco e 40 MB di occupazione di memoria RAM.

Si spera che quelli del colosso di Redmond rialzino le aspettative degli utenti, molto scese dopo il lancio di Vista.

Articolo scritto grazie a documentazione su: Wikipedia

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *